Sanremo 2020: cantanti, conduttori e ospiti. Racconto della prima serata.

(LaPresse)

Ogni anno la stessa storia: molti lo criticano ma in tanti lo guardano. Esaminando i risultati auditel di ieri sera il festival di Sanremo ha totalizzato il 52,2% di share, interessando 10.058.000 spettatori.

Come prima impressione sembra che funzioni, ma funziona anche perché Amadeus, neo direttore artistico, ha affidato il proscenio al “santo” Fiorello. Il comico vestito da prete apre le danze fra battute e riferimenti politici. Il padrone di casa, in smoking metallizzato, si gode la discesa della storica scalinata dell’Ariston e racconta del suo sogno di presentare il festival.

Ad aprire le danze tra le nuove  proposte sono gli Eugenio in Via di Gioia e Tecla Insolia, che vince per un soffio (50,6%), già vincitrice di Sanremo Young. Lo stesso fa Leo Gassman, volto di Xfactor 12, che vince con Fadi

La grande attesa della serata era lo special guest di tutte le serate, ossia Tiziano Ferro che omaggia prima Domenico Modugno con Nel blu dipinto di blu, e poi Domenica Bertè cantando Almeno tu nell’universo.

La prima presentatrice sul palco dell’Ariston è invece Diletta Leotta che, di giallo vestita, si esibisce in un monologo sulla bellezza dedicato a sua nonna presente in platea: “La bellezza può diventare un peso se non si impara a portarla col tempo”.

Per la prima esibizione, quella di Irene Grandi, bisogna aspettare le 21.44. Seguirà Marco Masini e Rita Pavone. Quest’ultima torna in gara dopo 47 anni ed è premiata dall’ovazione dell’Ariston.

La seconda donna presentatrice è l’elegante Rula Jebreal. La giornalista, già fonte di discusisoni, racconta della sua terribile infanzia, del suicidio della madre e dei numeri delle violenza sulle donne nel nostro Paese. Presenta poi Achille Lauro che sfoggia un nude-look. Seguono Diodato e Le Vibrazioni.

Scaldano il festival gli instancabili Al Bano e Romina Power, che rievocano “Nostalgia Canaglia”, “Ci sarà” e “Felicità”.

La gara riprende con il favorito dai bookmaker Anastasio.

È notte inoltrata, chiudono la gara Alberto Urso, Riki (con l’auto-tune) e Raphael Gualazzi. Seguono Gessica Notaro e Antonio Maggio, già vincitore di Sanremo Giovani nel 2013. Il duo si esibisce con il brano La faccia e il cuore, un testo scritto da Ermal Meta.

Si conclude la serata con la classifica pubblicata di seguito:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...